La Cava

“Conosce l’Aquila cosa c’è nella cava

o andresti a chiederlo alla Talpa?

Può la Saggezza trovarsi in una verga d’argento

o l’Amore in una coppa dorata?”

 

-Motto di Thel

William Blake

 

I.

Cosa giace nella cava

mi chiedo

mentre ti avvicini al bordo

qui dietro

io ho paura di guardare

il tuo sorriso

un fuoco

che cresce

 

II.

Cosa giace nelle

camere

del tuo corpo

mi trascina nel

fiume

mi strozzo sul tuo

ultimo respiro

sopra la

sporgenza

 

III.

Cosa giace nel

passaggio dei tuoi

polmoni

sono attratto dalle tue parole

sommerso nella

dizione

mi impicco

alla fine delle tue

frasi

IV.

Cosa giace nella

musica che fai

mentre cadiamo

attraverso l’aria

è più densa di quanto

credessi

mi avvolge in una              rete

di incondizionato

oro

 

V.

Cosa giace nei

confini del tuo

sguardo

abbiamo perso un sussuro

di capelli           in una

tela   di cielo

sto cercando

di     sanguinare

chiaramente adesso

 

VI.

Cosa giace qui nella

oscurità

ho detto     a

una puttana

con vene       congelate

di inciderle

così tu

potrai intravedere

il calore

 

VII.

L’Aquila ha chiesto

se hai visto      il mio

cuore          il falso battito

di fiocchi di cenere

si strappa dentro di me

una caverna

filtra bugie

lungo

la corrente

 

VIII.

Ho seguito la talpa

Attraverso la profondità

dell’aria                     hai emanato

montagne

sopra la mia testa

le nostre parole

sono perse nelle

increspature di

pietra

 

IX.

Ti ho visto con

una verga d’argento

frasi spezzate

segnate nella

brezza

come la cenere

attraverso

il mio       petto

 

X.

Ho perso   di vista

il     tempo

quando te ne sei andata

qui nella

cava

il sangue apre

crepe

nella

coppa dorata

 

 


Poem by Shea Lynch

Read in English:

The Pit

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *