Klunkerkranich

Una voce inaspettata

mi catapulta in una strada

non propriamente mattutina,

brioches agli spinaci

e mini espresso in corridoio,

pioggia innevata

smorza le braci

in attesa di Sammy.

In una stanza ritrovata

che solleva sorrisi di ricordi

riabbraccio un’amica

inaspettata.

Il mio folletto del buon umore

punte di capelli blu

e la capacità di costruire

ponti in miniatura

ponti pieni di speranza

che metro dopo metro

ricorprono il mondo.

Affamate di chiacchiere egiziane

e di cibo dei mesi passati

mescoliamo in bocca

humus, parole,

kebab.

Su un soppalco

che tenta di diventare casa

un caffè e un amaretto

ci conducono lungo viali

costellati

di poesie imbottigliate,

illuminati

dl vino

che riposa nelle sfere dei lampioni,

circondati

di caverne

zeppe di televisori

biciclette

ugly t-shirts.

Un acre

dolce

infantile

legnoso odore

di carta stampata

si fa strada sgomitando

nelle narici della nostra anima.

Ci perdiamo

in un supermercato

ci perdiamo

in un parcheggio

ci ritroviamo

in un parcheggio

all’ultimo tornante:

colmo di fiori!

Colmo di presagi,

di tesori nascosti.

Dal tetto turco

dominiamo Berlino

dominiamo il mondo

e su una sedia

troppo grande per noi

e in un posto

troppo assurdo per noi

lettere incominciano

a piovere dal soffitto

si confondono tra gli uccelli di carta

che sorvolano il locale.

Costruzioni di legno

sono invase dalla cera

-calma bianca

dopo un’eruzione.

Nel giardino sospeso

un vento di libertà

una vasca da bagno

che diventa culla

di piante acquatiche

un labrinto di legno,

di verde e di fumo,

di lingue diverse

di una poetante amicizia.

Finalmente sento parole

invadere i miei polmoni.

 

 


** Klunkerkranich è un bar di Berlino. Sammy e Vera si sono ritrovate a Berlino per una notte a ottobre. Sono andate in un bar con una loro amica, Vittoria, e hanno deciso di scrivere una poesia sulla loro giornata, la stessa giornata, nello stesso momento.


 

** Klunkerkranich is a bar in Berlin. Sammy and Vera reunited in Berlin in October for one night. They went to a bar with their friend Vittoria and decided to write a poem about their day, the same day, at the same time. This is Vera Linder’s poem. (translate into Italian)

Read “Klunkerkranich” in English.

Or read about Sammy’s day in Italian.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *